Cresce il valore dei brand cinesi in patria e all’estero

Nel 2017 il valore dei brand cinesi è cresciuto del 6% rispetto all’anno precedente per un valore pari a 557.1 miliardi di dollari, come conferma lo studio “BrandZ™ Top 100 Most Valuable Chinese Brands” prodotto da WPP e Kantar Millward Brown.

I settori chiave per il mercato domestico

A primeggiare tra 100 marchi di valore della Cina è Tencent, colosso della tecnologia che ha sperimentato una crescita del 29% rispetto all’anno precedente, diventando così il primo brand cinese a oltrepassare la soglia dei 100 miliardi di dollari.

Si confermano come brand cinesi di valore le aziende che operano nei settori di tecnologia, telecomunicazioni e finanziario. Al secondo posto troviamo, infatti, Alibaba, che riporta una crescita del 22% YoY, seguita rispettivamente da China Mobile, ICBC, Baidu, Huawei, China Costruction Bank, Ping An, Moutai e Agricultural Bank of China che occupano i primi dieci posti della classifica.

Oltre al compartimento tecnologico, turismo ed educazione spiccano tra i settori in più rapida crescita, aggiudicandosi entrambe un +46% rispetto all’anno precedente.

La perfomance dei brand cinesi all’estero

Sui mercati esteri, invece, è Lenovo a distinguersi: più del 72% dei ricavi dell’azienda tecnologica provengono d’oltremare. Seguono Huawei (58%), ZTE (47%) e Midea (30%). Sono infatti le aziende intraprendenti e digitali, che operano in particolare nel campo dell’elettronica di consumo, ad essere meglio accolte all’estero.

Rimane tuttavia limitata la brand awareness dei marchi cinesi, i cui prodotti più difficilmente vengono scelti e preferiti dai consumatori nel mondo. La vicinanza ai bisogni dei consumatori e la conoscenza del mercato sono due dei punti di partenza essenziali per le aziende cinesi che vogliono costruire un forte brand all’estero.

Lezioni per i brand internazionali in Cina

Innovazione e conoscenza del target di riferimento costituiscono un primo passo per distinguere il proprio marchio dalla concorrenza, su un mercato in cui la competizione locale e internazionale richiede sempre maggiori sforzi per emergere.

La strategia per il successo in Cina oggi si fonda sul digitale e le interazioni tra online e offline. La Cina costituisce il più grande mercato e-commerce al mondo e il canale digitale corrisponde al 18.4% del retail totale nel paese. Avere una strategia omnichannel diventa quindi indispensabile per avvalorare l’esperienza del brand. Proprio l’attenzione all’esperienza è cruciale per intrattenere così come per esprimere l’unicità per il consumatore.

La ricerca della qualità caratterizza i consumi della classe media cinese, i cui gusti e abitudini di acquisto si fanno via via più sofisticate.

Tra gli elementi che accomunano le storie di successo dei brand cinesi non possiamo scordare, infine, la capacità di rispondere efficacemente e velocemente al cambiamento.

 

Di seguito l'elenco dei 100 brand cinesi di valore del 2017:

Consulta il report qui.

News